Art. 4 REGOLE GENERALI E COMPORTAMENTO

Art. 4 REGOLE GENERALI E COMPORTAMENTO

Tutti devono tenere un comportamento rispettoso, corretto e diligente.

E’ vietato l’ingresso a persone estranee all’Istituto senza specifica autorizzazione da parte del Dirigente scolastico (o suoi delegati).
Tutti coloro che, a vario titolo, sono parte dell’Istituto e che, durante le ore curricolari o durante l’intervallo favoriranno la inosservanza di tale norma, saranno soggetti a richiamo, sanzioni o provvedimenti disciplinari.
Tutti coloro che, a vario titolo, accedono all’istituzione scolastica sono tenuti al rispetto della “Dichiarazione Universale del diritto dell’uomo” dove fra i tanti articoli viene sottolineato il rispetto della persona e viene pertanto respinta qualsiasi forma di discriminazione tecnica, politica, ideologica e religiosa. Sono quindi inammissibili atteggiamenti di intolleranza e lesivi della libertà.

4.a       Inizio lezioni
Gli studenti possono entrare nell’Istituto 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni utilizzando l’ingresso al piano terra.
I Docenti dovranno trovarsi nelle rispettive classi al suono della prima campana cioè 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.
L’inizio della prima ora di lezione è deciso dal Consiglio di Istituto sulla base delle proposte del Collegio Docenti.

4.b       Termine lezioni
Gli studenti devono lasciare l’Istituto al termine delle lezioni utilizzando l’ingresso al piano terra.
La permanenza nei locali dell’istituto dopo le lezioni può avvenire solo per attività scolastiche pomeridiane o previa autorizzazione al Dirigente scolastico.
I permessi possono essere revocati se gli studenti non manterranno un comportamento civile ed educato (per esempio non lasciando gli ambienti utilizzati in ordine e puliti).

4.c       Assenze collettive
1.    Agli Studenti è riconosciuto il diritto ad esprimere il proprio dissenso o protesta per motivi di tipo generale o strettamente didattici, sia interni che esterni alla scuola, nelle forme corrette e con le modalità opportune attraverso gli Organi Collegiali costituiti.
2.    Prima di attuare qualsiasi forma di protesta per problemi interni all’Istituto, gli Studenti devono adoperarsi per cercare una soluzione con chi si occupa del problema (Dirigente scolastico, Docente Funzione Strumentale o Docente Referente di Commissione).
Se, nonostante tutto, intendono proseguire, i promotori possono richiedere Assemblee di Classe e/o d’Istituto per acquisire la libera partecipazione degli altri studenti alla protesta.
Agli Studenti che non intendono partecipare alla forma di protesta, non si può impedire l’accesso a scuola o la frequenza alle lezioni. Chi terrà comportamenti lesivi del diritto allo studio dei singoli, incorre in sanzioni disciplinari.
3.   Le assenze per scioperi o agitazioni studentesche, effettuate in attuazione delle forme di protesta di cui sopra, andranno riportate sul libretto scolastico personale e comporteranno la semplice presa d’atto.
4.   Qualsiasi altra assenza collettiva viene considerata “infrazione disciplinare” e pertanto ingiustificata. In questi casi la firma del genitore sul libretto scolastico personale dimostrerà solamente che la famiglia è a conoscenza dell’assenza ma non annulla o giustifica l’infrazione in caso di eventuale sanzione disciplinare.

4.d       Ritardi
La puntualità costituisce elemento di valutazione per il voto di condotta.
I ritardi, dopo il suono della seconda campana, prevedono l’eventuale ingresso in Istituto a discrezione del Dirigente scolastico (o suoi delegati).
Il Docente, presente in aula alla 1aora, annoterà sul registro di classe la presenza in classe dell’allievo (nel caso fosse già stata notificata l’assenza senza alcuna richiesta di giustificazione).
In tutti gli altri casi di ritardato ingresso (1aora) lo Studente è obbligato a far notificare l’entrata alla 2a ora in Presidenza o in Vicepresidenza e solo successivamente potrà avere l’autorizzazione all’ingresso in classe. L’ingresso autorizzato deve essere riportato sul registro di classe e giustificato il giorno successivo sul Libretto scolastico personale.

Dopo 5 ritardi per Quadrimestre il Consiglio di Classe o il Dirigente scolastico potrà assumere eventuali provvedimenti disciplinari a carico dell’allievo e dovranno essere comunque giustificati direttamente dai genitori.
I ritardi dovuti ad esami clinici e visite mediche, purché certificate immediatamente, non rientrano nel computo.
Concorrono alla valutazione del voto di condotta anche i ritardi di ingresso in classe durante le ore curricolari ed al rientro dall’intervallo. La recidività di tali comportamenti e le annotazioni sul Registro di classe potranno far scattare eventuali sanzioni disciplinari da parte del Consiglio di Classe e del Dirigente scolastico (o suoi Delegati).

La puntualità costituisce elemento fondamentale di tutte le Parti (Studenti, Genitori, Dirigente scolastico, Docenti, Ausiliari, Tecnici e Amministrativi).

TABELLA ESEMPLIFICATIVA ENTRATE IN RITARDO

(Gli ingressi dopo le h.10,00 sono concessi solo per visite mediche)

SITUAZIONE

CONTROLLO

CONSEGUENZE

ENTRO i primi 5 minuti dall’inizio delle lezioni

Dirigente scolastico (o suo Delegato).
Il Docente di classe cancella eventuale segnalazione di assenza

Nessuna

DA 6 minuti dopo l’inizio delle lezioni al termine della 1° ora

Lo Studente si deve presentare in Presidenza o in Vice Presidenza per ingresso alla 2°ora

Non si è ammessi in classe (solo alla 2a ora).
Nella sede di Melegnano l’ingresso rimane chiuso, fatto salvo l’accesso agli studenti minorenni non accompagnati.
I ritardi saranno computati nel calcolo delle ore di frequenza scolastica per la validità dell’anno scolastico

ALL’inizio della 2a ora

con giustifica dei genitori

Lo Studente si deve presentare in Presidenza o in Vice Presidenza con la giustifica sul Libretto scolastico firmata dai genitori. Il Docente annota la giustifica sul registro di classe

Nessuna fino a 5 ritardi a Quadrimestre

ALL’inizio della 2a ora

senza giustifica dei genitori ma in possesso del Libretto scolastico personale

Lo Studente si deve presentare in Presidenza o in Vice Presidenza con il Libretto scolastico. Viene concesso il permesso che viene annotato sul Libretto.
Il Docente annota la giustifica sul registro di classe.
Lo Studente deve presentare, entro il giorno seguente, il permesso annotato sul Libretto scolastico controfirmato dai genitori

Nessuna fino a 5 ritardi a Quadrimestre

ALL’inizio della 2a ora

senza giustifica dei genitori e non in possesso del Libretto scolastico personale

Lo Studente si deve presentare in Presidenza o in Vice Presidenza che rilascerà un permesso temporaneo firmato per entrare in classe e annota il ritardo.
Il Docente annota il ritardo sul registro di classe.
Lo Studente deve giustificare il ritardo, sul Libretto scolastico, entro il giorno seguente. In caso contrario si avviserà la famiglia

Nessuna fino a 5 ritardi a Quadrimestre

AL 5° ritardo

Lo Studente si deve presentare in Presidenza o in Vice Presidenza

Si avvisa la famiglia con comunicazione telefonica e/o scritta

AL 6° ritardo

Lo Studente si deve presentare in Presidenza o in Vice Presidenza

Ammonizione automatica scritta; ammissione in classe e immediata convocazione genitori.
In caso di mancata presentazione : 1 giorno di sospensione per lo Studente

 4.e       Uscite durante le ore di lezione
E’ dovere e diritto dello Studente partecipare a tutti i momenti dell’attività didattica (ore di lezione, attività collaterali, ricerche, lavoro di gruppo, visite guidate, uscite didattiche, viaggi di istruzione).
Lo Studente nel corso della lezione non può lasciare l’aula, anche per un breve tempo, senza il permesso del Docente responsabile.
I Docenti possono consentire, di norma, l’uscita di un solo studente per volta.
E’ vietato allontanarsi dall’aula e sostare nei corridoi dell’Istituto durante il cambio delle ore di lezione. Eventuale richiesta di uscita dalla classe deve essere fatta al Docente dell’ora successiva a quella appena terminata.

Di norma è vietata l’uscita dalla classe:
- nella 1a ora di lezione
- nell’ora precedente o successiva l’intervallo

 La richiesta e la concessione sarà consentita solo per seri motivi e a discrezione del Docente.

Gli Studenti che vengono trovati fuori dagli spazi di competenza dell’Istituto, senza autorizzazione e/o documentata motivazione, saranno sottoposti a provvedimenti disciplinari. 

 

TABELLA ESEMPLIFICATIVA USCITE DURANTE LE ORE DI LEZIONE

SITUAZIONE

CONTROLLO

CONSEGUENZE

Uscita dall’aula e sosta nei corridori senza autorizzazione

I Docenti annotano sul registro di classe

Richiamo verbale all’osservanza del Regolamento

Numerosi ingressi in ritardo all’inizio delle singole ore di lezione e/o numerose uscite dall’aula e sosta nei corridoi senza autorizzazione

 - I Docenti annotano sul registro di classe.
- Il Coordinatore segnala al C.d.C. ed eventualmente propongono alla Presidenza un provvedimento disciplinare 

Il Coordinatore del C.d.C. avvisa e/o incontra la famiglia e poi adotta un provvedimento disciplinare

Reiterazione dei numerosi ingressi in ritardo all’inizio delle singole ore di lezione e reiterazione delle numerose uscite dall’aula e sosta nei corridoi senza autorizzazione

 - I Docenti annotano sul registro di classe.
- Il Coordinatore segnala al C.d.C. ed eventualmente propongono alla Presidenza un provvedimento disciplinare

Il C.d.C. adotta direttamente provvedimenti disciplinari e informa la famiglia

Assenze ingiustificate per una intera ora di lezione

Competenza dei Docenti, del Preside e della Vice Presidenza

Provvedimenti disciplinari di sospensione informando la famiglia

 4.f        Uscite anticipate – Richieste da famiglie
L’uscita anticipata degli Studenti dall’Istituto è autorizzata dal Dirigente scolastico (o suo delegato) per giustificati motivi e su richiesta scritta della famiglia mediante annotazione sul Libretto scolastico personale per gli studenti minorenni che comunque potranno lasciare l’Istituto solo se accompagnati dai genitori o da parenti maggiorenni con autorizzazione scritta dei genitori.
Solo in casi eccezionali ed in caso di impossibilità dei genitori o di parenti maggiorenni di venire a ritirate lo Studente, si potrà concedere l’uscita anticipata solo con delega controfirmata dai genitori e il documento d’identità.
La richiesta di uscita anticipata può essere autorizzata con firma del Dirigente scolastico (o dei suoi delegati) tassativamente entro le ore 9,55 in Presidenza o in Vicepresidenza.
In caso di assenza momentanea del Dirigente scolastico (o dei suoi delegati) il Libretto scolastico va consegnato per la firma ai Collaboratori Scolastici.
Si potranno concedere permessi di uscita presentati oltre l’orario stabilito solo in casi eccezionali e a discrezione del Dirigente scolastico (o suoi delegati).
L’uscita anticipata andrà annotata sul Registro di classe da parte del Docente presente al momento in cui lo Studente la presenta e controfirmata dal Dirigente scolastico (o suo delegato).
Si specifica che per gli studenti maggiorenni saranno avvisate le famiglie nel caso si verifichino anomalie relativamente al numero di richieste presentate.
In ogni caso sono concessi nr. 5 permessi di uscita anticipata (esclusi motivi sanitari) per anno scolastico.

4.g       Uscite anticipate per infortunio o malesseri
In caso di infortunio o improvvisi malesseri, che richiedano una visita medica o un ricovero al pronto Soccorso, la scuola prenderà contatto immediatamente con la famiglia per verificare la possibilità che i genitori provvedano direttamente a trasportare il figlio/la figlia nelle strutture adeguate.
Nel caso non fosse possibile rintracciare la famiglia e ci fosse la necessità di un intervento immediato, lo Studente sarà accompagnato al Pronto Soccorso Ospedaliero tramite servizio 118.

TABELLA ESEMPLIFICATIVA USCITE ANTICIPATE

SITUAZIONE

CONTROLLO

CONSEGUENZE

Lo Studente deve presentare la richiesta di uscita anticipata in Presidenza o in Vicepresidenza entro le 9,55

Il Preside o la Vicepresidenza rilasciano il permesso trattenendo il Libretto scolastico fino all’arrivo dei genitori (per i minorenni)

Nessuna fino a 5 richieste

DALLA 6° richiesta di uscita anticipata

Preside o Vicepresidenza

Comunicazione telefonica alla famiglia

 4.h       Entrate posticipate per esigenze di servizio
La Presidenza potrà comunicare preventivamente le entrate posticipate e le uscite anticipate delle classi per particolari esigenze di servizio e organizzazione.
In nessun caso potrà esserci riduzione di servizio della prima o dell’ultima ora senza preventiva comunicazione alle famiglie. Nel caso si verifichino nello stesso giorno la comunicazione avverrà via telefono da parte della Segreteria.

 4.i        Esonero da Educazione Fisica
L’esonero potrà essere:

- Parziale – Non si possono fare determinati esercizi
- Totale – Non si possono fare le lezioni pratiche
- Temporaneo – Valido per un solo anno scolastico o una parte
- Permanente – Valido per tutti gli anni di studio

 Si precisa che anche in caso di esonero lo Studente dovrà comunque essere presente alle lezioni.

La richiesta di esonero dovrà essere fatta in carta libera, corredata di certificato medico, sottoscritta dai genitori e/o dallo/a studente/ssa, se maggiorenne, e presentata in Segreteria.

 4.l        Libretto scolastico personale
Successivamente all’iscrizione ad ogni Studente sarà consegnato il Libretto scolastico personale con validità annuale. I genitori (o chi ne fa le veci) dovranno firmarlo al ritiro (per i minorenni).
Nel caso di smarrimento potrà essere rilasciato un duplicato dietro rimborso del costo e delle spese relative.
Il Libretto, corredato di fotografia, è valido come documento di riconoscimento e per l’accesso all’Istituto e suoi servizi.
Sul Libretto sono annotate :

- le giustificazioni per assenze o ritardi
- i permessi per le uscite anticipate/entrate posticipate
- le più importanti comunicazioni tra scuola e famiglia (e viceversa)
- gli eventuali provvedimenti disciplinari
- i voti riportati direttamente dal Docente o dallo studente e firmati dal Docente (in caso di discordanza tra i voti fanno fede quelli   segnati sul registro elettronico).

E’ preciso dovere dello Studente portare sempre con sé a scuola il Libretto scolastico personale per tutti i motivi sopra esposti. In caso di mancanza il Coordinatore di classe provvederà ad informare la famiglia.
L’inosservanza reiterata di tale obbligo ed eventuale manomissione dello stesso, sarà punita con sanzioni disciplinari.

 4.m      Raccolta Fondi e vendita
Qualsiasi raccolta di fondi all’interno dell’Istituto deve essere autorizzata dal Consiglio di Istituto.
E’ vietato vendere all’interno dell’Istituto qualsiasi genere di prodotto se non preventivamente autorizzato dal Consiglio di Istituto.